Mercoledì, 26 Marzo 2014 09:40

Viaggio nella Francia dei parchi naturali

Scritto da 

La valorizzazione del patrimonio naturale e culturale

La Francia conta ben 48 parchi naturali regionali. Questi grandi spazi rurali che raggruppano più comuni contigui coprono sette milioni di ettari, vale a dire circa il 15% del paese. Ciascuno di questi territori possiede un’identità propria, costituita da un patrimonio naturale e culturale comune. Attraverso uno sviluppo rispettoso degli equilibri, i parchi naturali regionali mirano a preservare le proprie ricchezze naturali e il know-how e le tradizioni degli abitanti.

Un turismo sostenibile rispettoso dell’ambiente

I parchi naturali regionali comprendono una vasta gamma di paesaggi, che sono altrettanti habitat naturali per gli animali. Qui si possono trovare specie particolarmente rappresentative come il falco pellegrino, la lince, la gru cenerina o la foca comune. Il turismo in questi parchi, pertanto, promuove un approccio sostenibile, sinonimo di incontri umani, emozioni e ritempramento. La guida France-Voyage.com propone di andare alla scoperta di questi parchi on-line. Qui, per esempio, è possibile ritrovare i parchi naturali regionali della Camargue, della Chartreuse, del Luberon, del Perche, dell’Alto Giura, del Verdon, dei Vulcani di Alvernia e molti altri. Per meglio conoscere e comprendere la flora e la fauna di questi luoghi, i parchi offrono una moltitudine di attività da fare all’aria aperta. Oltre agli innumerevoli sentieri segnalati per escursioni, fiumi, torrenti, gole e cascate rappresentano meravigliose occasioni per darsi alla pratica di sport d’acqua viva, come la canoa, il kayak e il canyoning. Le zone montuose offrono anche la possibilità di praticare l’arrampicata e l’alpinismo.

I parchi nazionali, spazi protetti privilegiati

I parchi nazionali si distinguono dai parchi naturali regionali per le loro eccezionali ricchezze naturali e per le regole particolarmente severe che applicano in materia di protezione della fauna e della flora. Molto meno vasti, rappresentano lo 0,50% del territorio francese, con 10 parchi in tutto. La guida France-Voyage.com invita, per esempio, ad andare alla scoperta dei parchi nazionali della Vanoise, dei Pirenei, delle Cevenne, degli Écrins e del Mercantour. Questi sono luoghi unici che permettono di conoscere una natura straordinaria grazie a circuiti da percorrere a piedi, sentieri d’interpretazione o siti per l’osservazione ornitologica.

Letto 1080 volte Ultima modifica il Mercoledì, 26 Marzo 2014 10:04