Mercoledì, 25 Settembre 2013 14:40

Il funzionamento della stampa offset

Scritto da 

La tecnologia della stampa offset è senza dubbio una di quelle tecnologie che fin dalla sua invenzione, avvenuta nel 1875 per mano di Robert Barclay, ha avuto una diffusione virale grazie alla sua praticità e capacità di soddisfare diverse tipologie di esigenze. Ma cos’è nel dettaglio questa tecnologia di stampa? E come funziona?
La stampa offset è essenzialmente una tipologia di stampa planografia, ossia che riprende dal mondo delle fotocopie e delle litografie la sua essenza, che consiste nel porre sullo stesso piano sia inchiostro che le altre sostanze necessarie alla stampa. Tecnicamente il processo di stampa offset avviene attraverso dei cilindri che entrano in contatto fra loro generando un processo di stampa indiretto, che utilizza un altro mezzo intermedio fra la carta e l’inchiostro. Nel caso della stampa offset il mezzo intermedio è costituito da un cilindro di caucciù, dettaglio non trascurabile che la rende ideale per stampe su diversi supporti. 

Diverse Modalità

Questa tipologia di stampa può avvenire sia in modalità monocromatica che policromatica grazie per l’appunto ai 3 cilindri che permettono di mixare fra loro i tre colori primari andando via via a creare le gradazioni e le sfumature. I vantaggi della stampa offset sono molto evidenti, come testimonia la larga diffusione di questa tecnologia, e si possono ritrovare nell’alta risoluzione delle immagini e dei testi, che viene conferita proprio grazie alla reazione repulsiva tra acqua e inchiostri utilizzati, e che la rende quindi adatta anche a riproduzioni di illustrazioni o opere artistiche. L’altra caratteristica che ne ha decretato il successo è quella legata all’estrema definizione che si collega direttamente a quella precedente e che permette di stampare qualsiasi prodotto in qualunque dimensioni senza perdere nessun valore in fatto di nitidezza e leggibilità. Un altro vantaggio che senza dubbio non può passare inosservato è quello legato all’elasticità del cilindro di caucciù che consente di stampare in tutti i tipi di carta, senza la necessità che sia perfettamente liscia.

Letto 1449 volte Ultima modifica il Mercoledì, 25 Settembre 2013 14:49