Lunedì, 21 Aprile 2014 20:59

Smaltire l'amianto sostituendo la copertura del proprio tetto

Scritto da 

Ampiamente utilizzato fino agli anni Ottanta nel campo dell'edilizia e dell'industria soprattutto per le coperture di tetti e capannoni, l'amianto è stato definitivamente bandito in Italia e in molti altri paesi poiché considerato dannoso per la salute data la sua elevata tossicità. Riguardo al materiale già esistente nelle coperture degli immobili, la legge n. 257/1992 ha stabilito precisi obblighi per enti, aziende e privati (riconfermati dal D. Lgs. n. 257/2006) di provvedere allo smaltimento amianto. Ancora oggi il processo non è stato completato sul territorio nazionale a causa dei notevoli costi dell'operazione. Proprio per accelerare lo smaltimento amianto sono stati previsti incentivi statali e regionali e per chi decide di sostituire la copertura del proprio tetto con l'installazione di un impianto fotovoltaico, l'obbligo può diventare una vera opportunità.

Obblighi e procedure per le coperture in amianto

I proprietari degli immobili che presentano coperture in amianto (o in eternit) sono tenuti a segnalarne la presenza all'Asl. I tecnici, attraverso una prima valutazione del rischio, stabiliscono la metodologia più adatta per lo smaltimento amianto: se è possibile, in particolare, fissare il materiale in modo da renderlo innocuo ovvero se è necessaria la rimozione.

La bonifica delle coperture

Per la bonifica delle coperture in amianto, occorre chiedere l'intervento di aziende certificate, iscritte ad apposito albo, in possesso dell'abilitazione in materia secondo la legge del 1992.
Ci sono tre sistemi per effettuare lo smaltimento amianto: rimozione, incapsulamento e confinamento.
Il costo è notevole perché oltre a quello per l'intervento occorre aggiungere il prezzo per la realizzazione delle nuove coperture (in lamiera, in tegole, ecc.).
Per ammortizzare i costi dello smaltimento amianto sono previsti incentivi statali e regionali.

Smaltimento amianto: dall'obbligo all'opportunità

Installare un impianto fotovoltaico può trasformare l'obbligo di sostituire le coperture in amianto in un'opportunità. Il "Conto Energia", infatti, prevede incentivi maggiorati per coloro che optano per lo smaltimento amianto sostituendo la copertura del proprio tetto in altro materiale a norma e installandovi un impianto fotovoltaico, potendo recuperare nel tempo, grazie all'energia prodotta, l'intero costo sostenuto per le operazioni di smaltimento amianto e di ripristino della copertura, nonché quello relativo all'installazione dell'impianto, oltre a godere dei benefici generati per l'ambiente e la salute.

Letto 1011 volte